Questa è una torta che adoro ed è per questo che ne ho provate mille diverse, ho fatto modifiche e alla fine ho “costruito” la ricetta perfetta!

E’ buona, consistente, compatta e molto gustosa!

A voi la ricetta!

Sacher-torte

Difficoltà: Media    Tempo di preparazione: 30 min.    Tempo di cottura:

Ingredienti per una tortiera di 24 cm:

Per la torta:

  • 125 gr. di farina 00;

  • 60 gr. di cacao;

  • 160 gr. di marmellata di albicocche riscaldata;

  • 250 gr. di zucchero;

  • 125 gr. di burro;

  • 4 uova, separate;

  • 80 gr. di marmellata di albicocche per la farcitura.

Per la copertura:

  • 150 gr. di cioccolato fondente a pezzi;

  • 125 ml. di panna da cucina.

Procedimento:

Preriscaldate il forno a 180°, spalmate una teglia con un po’ di burro e foderare con la carta forno. Una piccola dritta: se la teglia è di quelle apribili, sarà sufficiente imburrarla, viceversa per rendere più facile la fuoriuscita della torta, imburrate la teglia e passate o la farina o il cacao amaro (in questo modo la torta risulterà ancora più gustosa, non preoccupatevi del sapore amaro del cacao, si perderà nell’insieme degli ingredienti) o la carta da forno, in questo caso, per farla aderire meglio potete bagnarla e strizzarla, si modellerà a vostro piacimento.

Passate al setaccio la farina e il cacao in una terrina, praticate un foro al centro. Versate la marmellata (160 gr.), il burro e lo zucchero in un tegame a fuoco basso (se non state attente potrebbe attaccarsi, per sentirvi più sicure potete usare la tecnica “a bagno maria”, che vi permetterà di non rischiare che si attacchi nessun ingrediente al fondo della pentola) fino a ottenere un composto omogeneo in cui lo zucchero si è sciolto.

Spegnete il fuoco e lasciare raffreddare (in linea di massima, mamma mi ha sempre insegnato che non si mischiano elementi troppo caldi o troppo freddi ad altri, questo provoca uno shock termico che rischia di rovinare tutto. Una volta ho dovuto rifare il semifreddo perché ho aggiunto un ingrediente troppo caldo e la panna si è cagliata!).

Una volta tiepido, unite alla farina e al cacao, nella fontanella che avete praticato, aggiungete i 4 tuorli e mescolate bene con la frusta elettrica fino a ottenere un composto omogeneo.

A parte, montate a neve gli albumi con un pizzico di sale (proprio un pizzico, non abbondate, il sale serve solo a far si che gli albumi montino al meglio, se ne mettete troppo vi potrebbe capitare di mangiare la torta e “beccare” una parte salata, a me a volte succede con alcuni biscotti ed è terribile!).

Usando un cucchiaio di metallo (evita che si smontino) unite gli albumi all’impasto, amalgamate mescolando con un leccapentola dal basso verso l’altro sempre nello stesso senso (orario o antiorario) fino a che il composto non risulti omogeneo.

Un aiutino: quando vedete formarsi delle “bolle” nel composto che si “stracciano” quando mescolate, allora vuol dire che l’impasto è ben lavorato ed è pronto.

Versate il composto nella teglia e far cuocere 40/50 minuti (dipende dal forno, se elettrico o a gas, e dal tipo di cottura, con ventola o meno, ognuno conosce il proprio forno!), ad ogni modo dopo 30 minuti verificare il punto di cottura con uno stecchino di legno (o con uno spaghetto, it’s the same). Prima di togliere dalla teglia la torta, attendete una decina di minuti, in modo che si compatti per bene.

Quando la torta si sarà raffreddata, capovolgerla su un tagliere e tagliarla in tre strati. Si lo so, sembra impossibile, vedendo lo spessore della torta, ma vi assicuro che è possibile. C’è chi usa il filo di metallo, chi quello di cotone, io uso semplicemente un coltello grande (da pane) non seghettato.

Nella mia casa a Roma non ho lo spazio per conservare tutte le cose che ho a casa di mamma, dove, ad esempio, ho lasciato una meravigliosa spatola di acciaio che serve per sollevare gli strati di torta, per cui mi devo arrangiare e lo faccio con i piatti piani. Non appena taglio uno strato, lo sollevo inserendo il piatto piano tra uno strato e l’altro e lo metto da parte.

Spalmate ciascuno strato con la marmellata restante e ricomporre la torta, sempre aiutandovi con i piatti.

Ricomposta la torta, sciogliete a bagno maria il cioccolato fondente con la panna da cucina fino a ottenere un composto omogeneo e ricoprite la torta, glassandola.

Se vi avanza del cioccolato (o se vi va di farne ancora o di più) potete metterlo in una saccapoche per decorare la torta con la scritta “sacher” e altri disegni.

Per renderla elegantissima, mettete un nastro di raso intorno alla torta!

E questo è il risultato finale:)