E’ sabato mattina e io, che sono sveglia dalle 7.30 (grazie tante, orologio biologico!) ho deciso di chiamare Ida, l’unica mia amica che come me subisce il fascino della vecchiaia e che si sveglia, se possibile, anche prima di me! Chiacchierando, decido di invitare lei e Marco a pranzo a casa, ho voglia di fare la pasta fresca e di mangiarla come se fossi a Capri, con i frutti di mare freschi che andrò a prendere dal mio fidato Mirko!

pasta-fresca-con-taratufi-lupini-volgole-e-gamberoni

Così, sveglio il povero Achi per mandarlo a sbrigare tutti i servizi necessari (vino, spesa, fiori…) e mi metto all’opera per scaldare i motori alla mia meravigliosa Pastamatic di Ariete e mettermi all’opera! Si, lo so, la pasta fresca si fa a mano ma vi giuro che dopo averla provata non ne riuscirete più a fare a meno!

Se avete la macchina per fare la pasta, sarà un gioco da ragazzi, basterà seguire la ricetta; se, invece, volete fare voi stessi la pasta in casa, stay tuned perchè prestissimo metteremo la ricetta di nonna!

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr. di pasta fresca non all’uovo o 440 gr. di pasta secca, preferibilmente fettuccine o scialatielli;

  • 2.5 kg di frutti di mare (telline, taratufi e lupini sono quelli che ho scelto io, ma potete farla anche con le vongole, le cozze, le patelle ecc.) già spurgati;

  • 10 gamberoni;

  • 200 gr. di pomodorini perini o datterini (di forma allungata);

  • basilico, olio, sale q.b.

  • 1 peperoncino se vi piace, se no pepe nero q.b.

Procedimento:

La pasta ai frutti di mare è veramente molto semplice perchè è grazie al pesce che si ottiene quell’esplosione di sapori tipica di questo genere di ricette. In una padella, mettete uno spichio d’aglio in camicia schiacciato, olio e un peperoncino. Fate soffriggere e poi aggiungete i pomodorini tagliati a metà (potete usare anche i pomodorini collina che si trovano in barattolo se non trovate quelli freschi). Non appena si saranno soffritti, aggiungete i frutti di mare (tranne i gamberoni), coprite e fateli aprire. Ci vorranno una quindicina di minuti.

Sgusciate i frutti di mare uno a uno, lasciando qualche guscio per decorare il piatto se vi piace. Pulite i gamberoni, levando testa e coda e lasciateli crudi in un piatto.

Nel frattempo, fate bollire l’acqua, salate e calate la pasta. Scolatela al dente e buttatela nella padella dei frutti di mare. Saltate a fuoco vivace per amalgamare il tutto e buttate dentro anche i gamberoni.

Servite con olio al peperoncino e basilico fresco!

pasta-fresca-con-taratufi-lupini-volgole-e-gamberoni-1

Buon appetito,

G.