I pangoccioli al cioccolato sono una tentazione irresistibile soprattutto per merenda o colazione, sono facilissimi da fare e sono il perfetto piatto da quarantena perché in questo periodo abbiamo tempo da dedicare alla lievitazione!

Pangoccioli al cioccolato

Merenda, Pane e lievitazioni naturali

Italiana

pangoccioli-al-cioccolato

Ingredienti

  • 280 gr di farina, più quella occorrente per la lavorazione;
  • 13 gr. di lievito di birra in panetto;
  • 35 gr. di burro;
  • 10 cucchiai di latte;
  • 70 gr. di zucchero;
  • 2 uova;
  • 6 cucchiai di passito (si possono sostituire con il marsala, la malvasia, il porto, oppure con il latte);
  • 100 gr di gocce di cioccolato o di cioccolato fondente a pezzi;
  • 1 cucchiaino di miele;
  • 1 pizzico di sale
  1. Fate intiepidire 8 cucchiai di latte (lasciatene 2: vi serviranno dopo per sbattere l'uovo) e sciogliete all'interno un cucchiaino di miele e il lievito (mi raccomando, il latte non deve essere caldo altrimenti il lievito "muore" e la pasta non lievita).
  2. Aggiungete 100 gr. di farina e impastate velocemente con le mani o con la planetaria, formando un piccolo panetto: mettetelo a lievitare per 1/2 ora in un luogo tiepido, coperto da un canovaccio. Servirà a far lievitare meglio l'impasto che farete.
  3. Fate sciogliere il burro e lasciatelo intiepidire.
  4. Passata la mezz'ora, impastate (a mano o con la planetaria) la restante farina con lo zucchero, un pizzico di sale, il burro fuso intiepidito, il passito, un uovo (l'altro vi servirà dopo per spennellare i paninetti) e il panetto lievitato.
  5. Potete sostituire il passito con un altro vino liquoroso, come il marsala, il porto, la malvasia.
  6. Il liquore dà solo un leggero aroma, non persistente, per cui se non vi piace o se non volete usare alcol potete aggiungere la stessa quantità di latte al posto del liquore.
  7. Lavorate l'impasto circa 15 minuti (se usate la planetaria mettete la velocità 4) fintanto che non appare vellutato, mordido e lucido: se tende ad attaccarsi al piano, staccatelo con una spatolina e sbattetelo sollevandolo (proprio come si fa con il pane).
  8. Mettete l'impasto in un recipiente unto d'olio (lo potrete ungere usando un foglio di carta assorbente bagnata con un pò d'olio), coprite la ciotola con un canovaccio e chiudetela in un sacchetto di plastica, poi riponetela in un luogo tiepido e fate lievitare per 2 ore, fino a che il volume sarà raddoppiato.
  9. Finita la fase di lievitazione, infarinate il piano da lavoro e lavorate per un paio di minuti l'impasto aggiungendo il cioccolato tritato grossolanamente. Inglobate il cioccolato poco alla volta in modo tale che si inserisca bene nell'impasto.
  10. Potete fare questo passaggio anche nella planetaria.
  11. Formate dei paninetti da 80 grammi l'uno filone e metteteli a lievitare in una teglia rivestita di carta forno, coprite con la pellicola e fate lievitare per un'ora in un luogo tiepido.
  12. Sbattete l'uovo e il latte rimasto (2 cucchiai che avevate messo da parte) e spennellatelo sulla superficie.
  13. Infornate a 180° per 14/15 minuti circa (dipende dal forno, come sempre): se avete il forno con funzione vapore, usatelo, altrimenti mettete dentro al forno 4 ciotoline di vetro piene d'acqua per mantenere l'umidità.
  14. Verificate la cottura infilando uno stecchino nel mezzo della pagnotta.
  15. Sfornate e mangiate!

Note

IMG_9811[1]
Impasto posto a lievitare
IMG_9812[1]
Panetto iniziale per la lievitazione

Speriamo tanto vi siano piaciuti!

Mamma e figlia in cucina

pangoccioli-al-cioccolato