Questa Pasqua in quarantena ha risvegliato la voglia di cucinare piatti tipicamente pasquali per farci sentire più vicini ai nostri cari. Noi, ad esempio, viviamo a Roma ma siamo io di Messina e il mio compagno di Napoli, quindi abbiamo deciso che cucineremo un menù che comprenda piatti di tutte le nostre 3 città!

Infatti, il nostro menù di Pasqua prevederà come antipasto il Danubio, poi lo Sciusceddu, un tipico piatto siciliano di cui vi racconterò la storia molto carina nell’articolo dedicato, le costolette di abbacchio alla scottadito con le patate e la pastiera napoletana! La ricetta viene direttamente da mia suocera, napoletana DOC.

Iniziamo proprio da quest’ultima, che è la preparazione più laboriosa e più lunga.

Buona pastiera e, soprattutto, buona Pasqua!