polpette-di-melanzane

Grande “must” della cucina siciliana, le polpette di melanzane sono una di quelle pietanze che non bastano mai.

Ne esistono svariate versioni, alcuni mettono all’interno addirittura il prosciutto cotto, per me che sono siciliana è un’eresia però come si dice “de gustibus non disputando est”!

Nei miei “pochi” anni di esperienza in cucina ho perfezionato la mia ricetta delle polpette di melanzane: frutto di prove e controprove, rappresentano per me un gusto antico a cui sono molto affezionata che ho tramandato alle mie figlie e che spero loro tramanderanno a loro volta!

Polpette di Melanzane (la ricetta di famiglia)

Antipasti, Ricette Siciliane

polpette-di-melanzane

Ingredienti

  • 2 grosse melanzane tonde viola siciliane;
  • 2 uova intere;
  • 2/3 pugnetti di pangrattato (da aggiungere alla bisogna);
  • 1 cipolla rossa grossa o 2 piccole;
  • 2 cucchiai di pecorino;
  • 2 cucchiai di parmigiano
  • 1 spicchio d'aglio sminuzzato finemente;
  • sale e pepe q.b;
  • 8 foglie di basilico fresco e altrettante di menta fresca;
  • olio evo per friggere;
  1. Lavate le melanzane e tagliatele in 6/8 spicchi grossi. Mettetele a bollire in acqua salata insieme alla cipolla, tagliata in 4 parti.
  2. Non appena saranno cotte (fate la prova infilzando la forchetta) scolatele e lasciatele nello scolapasta, mettendovi un peso sopra (potete usare una boule piena d'acqua), in modo che perdano l'acqua.
  3. Lasciatele scolare circa 12 ore, potete metterle un frigorifero. Questo passaggio serve affinché siano meno acquose possibili: viceversa, se sono troppo acquose, sarete costrette ad aggiungere molto più pangrattato del necessario, affinché non si sfaldino e ciò andrà ad alterare il gusto delle polpette.
  4. Quando cipolla e melanzane saranno ben scolate, mettetele in una ciotola e riducetele a pezzi piccoli, schiacciandole con l'ausilio di una forchetta.
  5. A questo punto, unite le uova, il pecorino, l'aglio (alcuni storceranno il naso, ma vi assicuro che sta benissimo e non si sente una volta cotte), basilico e menta sminuzzati, il sale e il pepe.
  6. Mescolate e aggiungete il pangrattato alla bisogna. Lasciate riposare in frigo per un'ora circa. Riprendete l'impasto e fate una prova: prendete una noce piccola di impasto, fate una polpetta e friggetela in olio ben caldo extra vergine.
  7. Fatela raffreddare e assaggiatela: questo vi permetterà di regolarla di sale, pepe o aromi e di verificare se in cottura non si sfalda: viceversa, potete aggiungere ancora pangrattato, parmigiano e pecorino.
  8. Quando l'impasto andrà bene di gusto e consistenza, formate delle piccole polpette ovali, riponetele su un vassoio rivestito di carta forno, coprite e conservatele in frigo per una mezz'oretta, in questo modo si compatteranno meglio e sarà più facile friggerle.
  9. Se avete difficoltà, un piccolo trucco è quello di passarle appena nella farina prima di friggerle: in questo modo non si sfalderanno, ma fatelo solo se il vostro impasto è troppo molle anche dopo averlo aggiustato, perché il gusto cambia un pò.
  10. Friggete in olio extra vergine ben caldo circa 3 minuti per lato, scolatele su carta assorbente e fatele intiepidire prima di mangiarle, avranno molto più sapore!

La Sicilia, in un boccone!

A.

polpette-di-melanzane